Invenzioni dal vero 2021

Fulci Talks

Regia: Antonietta De Lillo 

Soggetto: Antonietta De Lillo, Marcello Garofalo 

Sceneggiatura: Antonietta De Lillo, Marcello Garofalo 

Fotografia: Antonietta De Lillo 

Montaggio: Elisabetta Giannini, Andrea Campajola 

Musiche: Fabio Frizzi 

Produzione: Marechiaro Film 

Distribuzione: Marechiaro Film 

Origine: Italia 2021 

Durata: 80’ 

Sinossi

A venticinque anni dalla scomparsa dell’iconico maestro dell’horror italiano Lucio Fulci, la regista Antonietta De Lillo ritorna su un’intervista di trent’anni fa, dalla quale era già stato estratto il mediometraggio La notte americana del Dr. Lucio Fulci (1994). Negli ottanta minuti del documentario, il regista della Trilogia della morte parla di sé, dei suoi film e, inevitabilmente, della storia del cinema italiano, senza risparmiare critiche a celebri colleghi o film. Fulci tratteggia con ironia e istrionismo il ritratto della sua carriera da “evaso riacciuffato dai generi”, autodefinendosi un bugiardo ma anche un mito, nel segno di quell’incoerenza che ne ha segnato l’operato. 

A Declaration of Love

Regia: Marco Speroni  

Soggetto: Marco Speroni 

Sceneggiatura: Marco Speroni  

Fotografia: Riccardo Russo 

Montaggio: Federico Schiavi 

Produzione: Nacne 

Distribuzione: Nacne 

Origine: Italia 2021 

Durata: 61’ 

Sinossi

Tradito dalla giustizia del proprio paese e condannato alla pena capitale, Curtis McCarty viene riconosciuto innocente e rilasciato nel 2007, dopo ventidue anni in prigione, di cui diciannove passati nel braccio della morte. Ora si trova ad affrontare una sfida che sembra essere molto più difficile: il ritorno alla libertà. Uscito dal carcere, psicologicamente devastato, gli viene diagnosticato un grave disturbo da stress post-traumatico. Curtis si abbandona alla droga e diventa un senzatetto. Nel 2018 viene condannato per possesso di stupefacenti e verrà rilasciato dopo due anni in libertà vigilata e da quel momento si sono perse le sue tracce. 

Ainbo – Spirito dell’Amazzonia

Regia: Jose Zelada, Richard Claus

Soggetto: Jose Zelada

Sceneggiatura: Brian Cleveland, Jason Cleveland, Richard Claus, Larry Wilson  

Montaggio: Job ter Burg

Scenografia: Pierre Salazar 

Musiche: Vidjay Beerepoot 

Produzione: Tunche Films, Katuni Animation, Cool Beans, EPIC

Distribuzione: BiM Distribuzione 

Origine: Perù, Olanda, Stati Uniti 2021 

Durata: 89’

Sinossi

Ainbo – Spirito dell’Amazzonia è la storia di Ainbo, una ragazzina nata e cresciuta in un villaggio della giungla amazzonica, un vero e proprio paradiso terrestre dove tutti vivono in simbiosi con la natura senza aver contatti con la civiltà. Un giorno la ragazza scopre che la sua terra è minacciata da uomini che disboscano, estraggono minerali e distruggono il paesaggio, pronti a tutto pur di arricchirsi. Con lo scopo di salvare il suo paradiso intraprenderà quindi un viaggio, affiancata dalle sue due guide spirituali – un tapiro e un armadillo – per trovare e chiedere aiuto al più potente degli spiriti.

La scelta di Anne

Regia: Audrey Diwan  

Soggetto: dal romanzo L’evento di Annie Ernaux 

Sceneggiatura: Audrey Diwan, Marcia Romano 

Fotografia: Laurent Tangy 

Montaggio: Géraldine Mangenot 

Scenografia: Dièné Bérété

Costumi: Isabelle Pannetier 

Musiche: Evgueni Galperine, Sacha Galperine 

Produzione: Rectangle Productions, France 3 Cinéma, Wild Bunch, SRAB Films  

Distribuzione: Europictures 

Origine: Francia 2021 

Durata: 100’  

Sinossi

Francia 1963. Anne (Anamaria Vartolomei) è una giovane studentessa universitaria di lettere e ha davanti a sé una brillante carriera. Un giorno scopre di essere rimasta incinta e immediatamente vede sgretolarsi la speranza di riuscire a scappare dalla condizione proletaria e casalinga che sembrava ormai alle sue spalle. Anne però ha deciso che non terrà il bambino, abortirà. C’è un unico grande problema: nella Francia degli anni Sessanta l’aborto è ancora illegale e sia la donna che coloro che l’aiutano rischiano il carcere. Un film crudo e freddo, che non nasconde nulla, non addolcisce nessun aspetto, mostrando nel modo più vero anche i tratti più cruenti dell’esperienza della protagonista.

La scelta di Anne è uno dei film in concorso al Parma Film Festival 2021

Il paese che tutti credono fola

Regia: Giovanni Martinelli 

Sceneggiatura: Giovanni Martinelli, Mario Gruzza 

Fotografia: Luca Martinelli, Iacopo Niccoli 

Montaggio: Luca Martinelli 

Musiche: Nicola Gambara 

Produzione: Associazione culturale La Musa 

Distribuzione: Indipendenti regionali

Origine: Italia 2020 

Durata: 74’

Sinossi

Pietro (Savino Paparella) è un filmmaker cinquantenne che vuole chiudere in conti in sospeso con un vecchio progetto non andato in porto venti anni prima. Ritorna così a Casarola il paese che, così come lo descriveva Bernardo Bertolucci in una poesia scritta da bambino, tutti credon “fola”, favola. Sul filo di questa rêverie, il film gioca su diversi piani narrativi e temporali nei quali i materiali d’archivio sulla famiglia Bertolucci girati negli anni Novanta si intrecciano con il vissuto personale dell’autore che finalmente riesce a portare a termine il suo film. 

Scompartimento n° 6

Regia: Juho Kuosmanen  

Soggetto: dal romanzo Scompartimento n. 6 di Rosa Liksom 

Sceneggiatura: Andris Feldmanis, Juho Kuosmanen, Livia Ulman 

Fotografia: Jani-Petteri Passi 

Montaggio: Jussi Rautaniemi 

Scenografia: Kari Kankaanpää 

Costumi: Jaanus Vahtra 

Musiche: Pietu Korhonen 

Produzione: AAMU Film Company  

Distribuzione: BiM Distribuzione 

Origine: Finlandia, Estonia, Germania, Russia 2021 

Durata: 107’  

Sinossi

Laura (Seidi Haarla), studentessa di archeologia, decide di lasciare Mosca, dove vive, e di interrompere la sua deludente relazione con la professoressa Irina. Intraprende così un lungo viaggio in treno verso Murmansk, città russa all’estremo nord, per poter osservare delle incisioni preistoriche. Durante il tragitto trova come compagno di viaggio Ljoha (Yuriy Borisov), giovane minatore russo, burbero e scontroso. Costretti a condividere l’angusto spazio dello scompartimento, attraverso situazioni e incontri bizzarri i due, completamente diversi tra loro, riescono a stabilire un inaspettato rapporto di amicizia, di complicità e forse anche qualcosa di più.  

Scompartimento n. 6 è uno dei film in concorso al Parma Film Festival 2021 

Se un giorno tornerai

Regia: Marco Mazzieri

Soggetto: Lorena Ravanetti, Marco Mazzieri

Sceneggiatura: Lorena Ravanetti, Marco Mazzieri, Carlo Fontana

Fotografia: Massimiliano Gatti

Montaggio: Carlo Fontana

Scenografia: Lorenzo Baraldi

Costumi: Gianna Gissi

Musiche: Pietro Cantarelli

Produzione: Invisibile Film, Jole film, in collaborazione con Rai Cinema

Distribuzione: Movieday

Origine: Italia 2019

Durata: 82’

Sinossi

Il film racconta la storia di un amore ritrovato. Paolo (Paolo Pierobon), un pittore ritiratosi nelle colline del parmense nella vecchia casa del padre, un giorno riceve la visita della moglie Antonia (Antonia Liskova) che lo aveva lasciato due anni prima perché si sentiva non più amata. I due tentano, in quella “giornata particolare”, fatta di silenzi e parole, di ritrovarsi. Un racconto sulla capacità di perdonare, di comprendere l’altro fino in fondo e di esprimere i sentimenti profondi che ci legano tanto a chi amiamo. A volte, succede che una storia d’amore che sembra morta del tutto, all’improvviso, in un giorno inaspettato, si illumina di una luce nuova, inarrestabile, destinata a non spegnersi mai più.

La persona peggiore del mondo

Regia: Joachim Trier

Sceneggiatura: Joachim Trier, Eskil Vogt

Fotografia: Kasper Tuxen Andersen

Montaggio: Oliver Bugge Coutté

Scenografia: Roger Rosenberg

Costumi: Ellen Dæhli Ystehede

Musica: Ola Fløttum

Produzione: Arte France Cinéma, Oslo Pictures, Snowglobe Films

Distribuzione: Teodora Film

Origine: Norvegia, Francia, Svezia, Danimarca, USA 2021

Durata: 121’

Sinossi

In una Oslo contemporanea, la trentenne Julie è alla ricerca di una posizione professionale e di una stabilità amorosa. Si dedica alla medicina, alla psicologia e alla fotografia divincolandosi tra varie relazioni. Sembra trovare un certo equilibrio quando incontra Axel, autore di successo di fumetti underground che hanno per protagonista un eroe politicamente scorretto. Julie decide di andare a vivere con il suo compagno e si confronta con il mondo esterno. Ad una festa, la ragazza incontra l’affascinante Eivind e tra i due nasce una profonda intesa. A questo punto Julie inizierà ad interrogarsi per capire chi è veramente.

La persona peggiore del mondo è uno dei film in concorso al Parma Film Festival 2021.

Harlem

Regia: Carmine Gallone

Soggetto: dalla novella Harlem di Giuseppe Achille

Sceneggiatura: Sergio Amidei, Emilio Cecchi, Angelo Guidi, Pietro Petroselli, Giacomo Debenedetti, Paolo Monelli, Pietro Carbonelli

Fotografia: Anchise Brizzi

Montaggio: Maria Rosada, Nicolò Lazzari, Renzo Lucidi

Scenografia: Guido Fiorini, Ferdinando Ruffo

Costumi: Aldo Calvo

Musiche: Willy Ferrero

Produzione: CINES

Distribuzione: CSC – Cineteca Nazionale

Origine: Italia 1943

Durata: 113’

Sinossi

Tommaso è un giovane desideroso di intraprendere la carriera da pugile. Parte così alla volta degli Stati Uniti per realizzare il suo sogno e raggiungere il fratello Amedeo che vive a New York. Quando il fratello viene accusato di omicidio, il ragazzo partecipa a un incontro di boxe per ottenere i soldi necessari ad aiutarlo.

Giornata nera per l’ariete

Regia: Luigi Bazzoni

Soggetto: dal romanzo The Fifth Code di David McDonald Devine

Sceneggiatura: Luigi Bazzoni, Mario Di Nardo, Mario Fenelli

Fotografia: Vittorio Storaro

Montaggio: Eugenio Alabiso

Scenografia: Gastone Carsetti

Costumi: Fiorenzo Senese

Musica: Ennio Morricone

Produzione: BRC Produzione Film, Dario Film

Distribuzione: Jumbo Cinematografica, Eureka Video

Origine: Italia 1971

Durata: 88′

Sinossi

Andrea Bild (Franco Nero), un giornalista frustrato e con problemi di alcolismo, si ritrova ad indagare su due eventi criminosi: l’aggressione subita dal professor John Lubbock e l’assassinio di una donna invalida, Sofia Binni. Questo è il primo di cinque omicidi premeditati da un serial killer che ha come obiettivo, dichiarato dalla sua stessa voce artefatta in una registrazione, eliminare persone per le quali la morte non può che essere una liberazione. Bild finisce per essere sempre più coinvolto nella vicenda diventando uno dei principali sospettati. Film cult anni Settanta di cui deve essere ricordata anche la stretta collaborazione tra il regista salsese e l’autore della cinematografia Vittorio Storaro.  

Un autre monde

Regia: Stéphane Brizé 

Soggetto: Stéphane Brizé 

Sceneggiatura: Olivier Gorce, Stéphane Brizé 

Fotografia: Éric Dumont 

Montaggio: Anne Klotz 

Scenografia: Pascal Le Guellec 

Costumi: Isabelle Pannetier 

Musiche: Camille Rocailleux 

Produzione: Nord-Ouest Films, France 3 Cinéma 

Distribuzione: Movies Inspired  

Origine: Francia 2021 

Durata: 96’ 

Sinossi

Un autre monde racconta la storia di Philippe Lemesle (Vincent Lindon), un dirigente d’azienda che a causa del lavoro e delle scelte professionali vede la sua vita privata completamente ribaltata. L’amore tra lui e sua compagna è ormai logoro e Philippe è incessantemente incalzato dai suoi superiori, che sono passati dal volerlo come leader a tenerlo come un semplice dirigente esecutore, sottoponendolo ai loro pressanti ordini. In questa delicata situazione lavorativa e privata, l’uomo si trova a scegliere quale direzione dare alla sua vita.  

Un autre monde è uno dei film in concorso al Parma Film Festival 2021 

Illusioni perdute

Regia: Xavier Giannoli 

Soggetto: dal romanzo Illusions perdues di Honoré de Balzac 

Sceneggiatura: Xavier Giannoli, Jacques Fieschi 

Fotografia: Christophe Beaucarne 

Montaggio: Cyril Nakache 

Scenografia: Riton Dupire-Clément 

Costumi: Pierre-Jeanne Larroque 

Musica: Varda Kakon 

Produzione: Curiosa Films, Gaumont, France 3 Cinéma 

Distribuzione: Gaumont, I Wonder Pictures (Italia) 

Origine: Francia, Belgio 2021 

Durata: 144’ 

Sinossi

Nella Francia del XIX secolo, il giovane Lucien Chardon (Benjamin Voisin) sogna di diventare un poeta. Incoraggiato da Madame de Bargeton (Cécile de France), sua amante e mecenate, Lucien abbandona la tranquilla campagna di Angoulême alla volta di Parigi. Solo e in balìa di una società corrotta e arrivista, l’incontro con lo spietato Étienne Lousteau (Vincent Lacoste) provocherà nella vita del giovane un cambio di rotta dalla poesia al giornalismo, mondo privo di etica professionale, nel quale la bellezza dei versi non trova spazio e vige la legge del profitto. 

Illusioni perdute è uno dei film in concorso al Parma Film Festival 2021 

Rageen vol. 1

Regia: Andrea Rabbito

Sceneggiatura: Andrea Rabbito

Fotografia: Okiees, Pippo Delbono

Musiche: Okiees, Pippo Delbono

Produzione: Edizioni Kappabit

Distribuzione: Distribuzione Indipendente

Origine: Italia 2021

Durata: 90’

Sinossi

In questo primo volume della trilogia di Rageen, iniziamo a familiarizzare con la storia di un’amicizia conflittuale, quella tra Roger Benjamin (Pippo Delbono) e il suo compagno di viaggio Benjamin Rye, raccontata dalla voce di un Narratore e da Roger stesso. Attraverso l’uso della narrazione transmediale, approccio che unisce diversi linguaggi (sperimentazione videoartistica e found footage, musica e poesia, performance e illustrazioni, fiction e narrazione), il microcosmo di questa storia si espande fino ad abbracciare prima la complessità dei rapporti umani, in particolare quelli che intraprendiamo con l’altro, il diverso, poi l’intima introspezione verso l’Altro da Sé, quello straniero con il quale dobbiamo intimamente convivere.

Con Ugo

Regia: Gianfranco Pannone 

Soggetto: Gianfranco Pannone 

Sceneggiatura: Gianfranco Pannone 

Fotografia: Giovanni Piperno 

Montaggio: Marzia Mete 

Musiche: Lucio Gregoretti 

Produzione: Marzia Mete, Gianfranco Pannone  

Distribuzione: Effetto notte, Same Same Factory

Origine: Italia 2016 

Durata: 30’ 

Sinossi

Sinossi  

Con Ugo è una conversazione semiseria tra Gianfranco Pannone e Ugo Gregoretti. Nei trenta minuti del documentario, Gregoretti racconta di sé e della sua vita per le vie di Roma accompagnato da immagini di alcune sue opere più celebri, tra le quali Omicron (1963), Viaggio a Goldonia (1982) e il programma televisivo Controfagotto (1960). Artista e intellettuale fortemente poliedrico, Gregoretti ha lasciato il segno nella storia del cinema e della televisione italiana con il suo stile tendente alla satira, a cavallo tra la fiction e il documentario, mettendo in evidenza le contraddizioni e le peculiarità del Novecento. 

Anima bella

Regia: Dario Albertini

Soggetto: Dario Albertini

Sceneggiatura: Dario Albertini, Simone Ranucci

Fotografia: Giuseppe Maio

Montaggio: Desideria Rayner

Scenografia: Alessandra Ricci

Costumi: Martina Merlino

Musiche: Dario Albertini

Produzione: BiBi Film, Elsinore Film

Distribuzione: Fondazione Cineteca di Bologna

Origine: Italia 2021

Durata: 95’

Sinossi

Gioia (Madalina Maria Jekal) ha appena compiuto diciotto anni e vive in un paesino del Centro Italia con il padre Bruno (Luciano Miele), dopo la prematura morte della madre. La sua vita si divide tra il lavoro nelle campagne con il gregge, le amiche e la quotidianità della parrocchia, circondata da una comunità che la ama e apprezza. Quest’apparente serenità è rotta dalla ludopatia del padre, il quale si trova intrappolato in una spirale di debiti e dipendenza che costringono Gioia a dover maturare prima del tempo. In un ribaltamento di ruoli tra figlia e genitore, la ragazza dovrà mettere in discussione il proprio mondo e le proprie scelte pur di aiutare il padre.

Havana Kyrie

Regia: Paolo Consorti 

Soggetto: Paolo Consorti, Alfredo Mazzara 

Sceneggiatura: Alfredo Mazzara 

Fotografia: Dario Germani 

Montaggio: Niccolò Notario  

Scenografia: Maikel Alejandro Gonzalez Paez 

Costumi: Kirenia Reguera Márquez 

Musiche: Danilo Aielli  

Produzione: Vedado Films, Opera Totale, RTV Comercial, con il contributo del Ministero della cultura  

Distribuzione: Toed Film, Stemo Production, Shoreline Entertainment 

Origine: Italia 2019  

Durata: 97’  

Sinossi

Franco Nero interpreta Vittorio Arditi De Bellis, un direttore d’orchestra dapprima di fama internazionale, poi caduto in disgrazia per aver abbandonato il podio mentre dirigeva La Cenerentola di Rossini al teatro dell’Opera di Pesaro. De Bellis, per necessità economiche, accetta un’offerta di lavoro che lo porterà all’Avana per dirigere il Kyrie Eleison di Rossini, con il coro dei bambini della Colmenida. Il burbero direttore però, non saprà cogliere fin da subito quella che sembra un’opportunità di redenzione; inizialmente è infastidito dai bambini del coro, troppo esuberanti a suo dire e non comprende le usanze della città più colorata del mondo. Tuttavia, l’arrivo di Hanna, una vecchia amica cantante lirica e alcuni incontri inaspettati muteranno le prospettive del protagonista. 

INFORMAZIONI

INFORMAZIONI (SMS O WHATSAPP)

Cinema Astra: 366 2376453
Cinema D’Azeglio: 327 8174494

INGRESSO FILM SERALI h. 21

Tutti i film delle h. 21.00 saranno proposti in versione originale con sottotitoli in italiano.
Prenotazione non obbligatoria, ma caldamente consigliata.

 

Intero € 7,50
Ridotto € 5,50 (under 30, over 65, Argento Vivo)

Abbonamento 6 film serali € 18 (acquistabile al Cinema Astra o al Cinema D’Azeglio)

 

AINBO (proiezione del 7/11)
Bambini fino a 12 anni gratis
Adulti € 7,50
Ridotto € 5,50

 

Tutte le altre proiezioni e gli eventi, eccetto dove espressamente indicato, sono a ingresso libero.

Green Pass obbligatorio

LE SEDI DEL FESTIVAL

 

Cinema Astra – Piazzale Volta 3

Cinema D’Azeglio – Via D’Azeglio 33

Fondazione Monteparma/APE Museo – Strada Farini 32/a

Casa della Musica – Piazzale San Francesco 1

Libreria Feltrinelli – Strada Farini 17

Aula Ferrari – Università di Parma – Via D’Azeglio 85

CAPAS – Vicolo Grossardi 4

Distretto del Cinema – Largo 8 Marzo

Informagiovani – Strada Melloni 1

Liceo Artistico Paolo Toschi – Viale Toschi 1

X